Il ruolo del museo nelle strategie di sviluppo urbano contemporaneo

Dopo gli affanni della corsa alla globalizzazione e i ripensamenti susseguenti, la tendenza, se vogliamo ancora in qualche misura postmoderna, di pensare alla città e alla sua architettura sembra essere giunta definitivamente al termine. Permangono certamente molto forti alcune spinte individualistiche, lessicali, “progressiste”a tutti i costi nel palcoscenico urbano, ma al contempo assistiamo al consolidarsi e all’ibridarsi di nuove e vecchie energie, estremamente effimere e chiaramente solide, entrambe al servizio delle nostre città. Sono visibili nuovi obiettivi condivisi, appena appannati da alcuni ritardi fisiologici. Siamo in una condizione pre-ideologica, o se vogliamo post-urbana, scaturente per forza di cose da una riformulazione di alcuni ingranaggi che hanno vissuto una forte crisi, accellerata dall’emergenza ambientale globale e dalla parziale incrinatura del potere statale accentrante, come prima accennato. Nell’ambito di queste trasformazioni, la voce cultura , un po’ per slogan un po’ lucida analisi, si colloca tra i primi posti nelle affollate agende municipali. Assistiamo spesso all’attivazione, per diversi gradi effettiva, di diversi attori (persone, progetti o edifici) coinvolti nelle strategie decisionali alle diverse scale.
Tra questi spicca incontrastato il museo.
Questo scritto, dopo aver delineato un inquadramento critico al tema, mostra come il ruolo del museo all’interno delle strategie di ridefinizione del peso delle diverse città verso contesti più ampi, stia diventando sempre più centrale. Ogni realtà urbana si arma del suo museo, dalla più piccola a quella sconfinata, e in relazione a ciò il museo stesso cambia e si ibrida, dal padiglione smontabile e riutilizzabile agli estesi distretti museali. Dalla 798 Art Zone a Dashanzi, sorto su un enorme brownfield di Pechino, fino al museo delle arti di Teshima, pensato per cercare di ovviare alla crisi economica e demografica delle isole del Mare Interno del Giappone.

Full text